Annunci

^ The Future is Now ^

NDE, AWARE 2, arrivano ulteriori importanti conferme

parnia-nde

Forse ci siamo, notevoli testimonianze anedottiche rivelano che le persone i cui cuori si sono fermati e poi riavviati hanno potuto descrivere accurati e verificati racconti di ciò che stava accadendo attorno a loro, come vedere i medici e gli infermieri che lavoravano, descrivere esattamente le loro conversazioni ed eventi che stavano succedendo,  altrimenti impossibili da conoscere.
Secondo Parnia, questi ricordi sono stati poi verificati da personale medico e infermieristico presente all’epoca della NDE, sono rimasti stupefatti di sentire che i loro pazienti, tecnicamente morti, potevano ricordare tutti quei dettagli.

Parnia, a mezza strada nel lavoro sulle NDE chiamato AWARE II, farà
un annuncio pubblico con aggiornamenti eclatanti, probabilmente nei prossimi sei mesi.
Ora, sappiamo che lo studio si doveva concludere nel 2020, tuttavia,  Parnia ha detto che, se ci fossero stati due o più eventi verificabili (cioè NDE completamente documentate con OBE confermate – vale a dire soggetto che vede l’immagine sullo schermo LCD), prima della data prevista, tali dati sarebbe stati resi pubblici.
Potrebbe essere questo l’annuncio? Certo, non lo sapremo finché non verrà emesso un bollettino, ma se è così, questo sarà l’evento che tutti abbiamo aspettato da quando AWARE  è stato citato per la prima volta.
Questo sarà il momento in cui vedremo un cambiamento paradigmatico permanente nel pensiero scientifico ed il materialismo metodologico sarà morto.
Siamo tutti molto speranzosi. Già dall’anno scorso è improvvisamente aumentata l’attività del team di studio AWARE e allo stesso tempo, hanno smesso di comunicare con fonti esterne. All’epoca si ipotizzava che avessero fatto un buon colpo e stavano tentando di ottenerne un’altro, pur assicurando l’integrità dello studio mantenendo i nuovi dati strettamente secretati.

Fonti:

  • Il sito del Dottor Claudio Pisani, qui
  • LiveScience, qui
Annunci

3 Risposte

  1. Iannaccone Carmine

    Nel leggere l ‘ articolo ho rivissuto la mia esperienza nde, la mia storia è stata pubblicata nel sito NDE esperienze recenti. Da me vissuta a causa di un episodio criminoso avvenuto il 19. 06. 1991. Ero capo pattuglia in servizio di scorta, fui sparato e durante un ‘operazione vascolare ho avuto la fortuna di vivere un ‘esperienza fantastica che ha cambiato la mia vita.

    Liked by 1 persona

    22 ottobre 2017 alle 00:29

    • Iannaccone Carmine

      La mia storia è contrasegnata con il progressivo 2966.

      Liked by 1 persona

      22 ottobre 2017 alle 00:32

  2. Six

    La NDE di Carmine:

    “al tempo della storia ero Agente scelto della Polizia di Stato, in servizio al compartimento di Polizia Postale, in data 19/06/1991 alle ore 16,45 stavo svolgendo un servizio di scorta a un furgone Postale , mi trovavo all’interno delle Poste Centrali di Napoli, nel mentre uscivo da un’ascensore dell’edificio con i valori mi trovai sei rapinatori difronte, uno di essi mi sparò al torace, solo grazie al mio istinto di armare M12 il proiettile mi prese alla base del collo tranciandomi di netto l’arteria succlavia battendo sull’osso della scapola, scese in giù frantumandomi la I^ costola e fratturandomi la seconda, il proiettile si spezzo in due e fuoriuscì dalla scapola.Durante in trasporto in ospedale a bordo di un’auto della polizia stavo morendo per dissanguamento, parlavo con un collega che cercava di tenermi sveglio, ma nella mia mente i ricordi di tutta la mia esistenza svanivano con fotogrammi in successione spaventosa come sè il cervello si stava svuotando. Quando giunsi in ospedale andai in coma per dissanguamento, riuscirono a stabilizzarmi solo verso le 24,oo portandomi in sala operatoria.Ora vengo a raccondare quello che ho vissuto durante la seconda operazione del giorno successivo,iniziata alle ore 19,00 e finita alle 03,30 , da precisare che rispetto al giorno prima ero più cosciente e tranquillo perchè consapevole della necessità di rifare l’operazione.

    appena fui addormentato in anestesia totale mi rividi come una piccola luce e vagavo nel buio più totale verso una direzione ben precisa, provavo una pace assoluta e una sensazione di benessere, poi all’improvviso fui trattenuto da una forza invisibile e percepivo delle sensazioni come sè alcune persone stessero giudicandomi, le sensazioni erano positive o negative e io in uno stato d’ansia, poi come d’incanto quella misteriosa forza che mi tratteneva sparì e io continuai a viaggiare, poi all’improvviso apparve una luce molto grande io mi sentivo in uno stto di benessere assoluto, più mi avvicinavo a quella luce e più io sapevo che il mio posto era con essa, quando la raggiunsi dietro ad essa mi si aprì una visione bellissima, vi erano migliaia di luci come ero io e tutte si muovevano con un’armonia, ero felice perchè sapevo che il mio posto era con loro. Poi all’improvviso rifeci tutto il viaggio a ritroso a una velocità pazzesca, mi ritrovai disteso ancora sul tavolo operatorio il mio corpo era ancora addormentato ma io percepivo cio’è udivo e sentivo tutto e con uno stato di ansia assistetti alla ultima ora dell’interveto fino a quanto il mio corpo iniziò a svegliarsi dall’anestesia.

    Rimasi scioccato da quello che avevo vissuto sentivo la necessità di doverlo racconre a qualcuno, così verso le 10,00 del mattino si avvicinò a me un monaco che veniva spesso in sala di rianimazione a portare conforto alle persone ricoverate, decisi al momento di raccontergli la mia esperienza, ascolto molto attendamente tutto il racconto poi disse una cosa che mi sconvolse; ” caro fratello sono 25 anni che vengo in questo luogo e mai nessuno mi ha raccondato storie del genere, sè tutto questo è vero è fantastico anche perchè sotto anestesia è prticamente impossibile sognare” poi aggiunse ” è molto probabile che durante l’operazione hai avuto una crisi e ti abbiano perso”, verso le ore 12,00 durante il giro di controllo medico chiesi con molta discrezione a uno dei medici che erano presenti all’operazione sè per caso avevano avuto qualche difficoltà durante l’intervento, lo stesso era molto titubante ma poi mi disse che per un lasso di tempo mi avevano perso. Così decisi di tenermi per me quella bellissima esperienza, Oggi dopo 21 anni ho raccondato questa mia esperienza a poche persone perchè c’è molto scetticismo da parte delle persone a credere queste cose e la sola persona che mi ha dimostrato di credere alla mia fantastica esperienza è stato quel monaco.”

    Grazie Carmine per avercela segnalata, se hai altri dettagli da aggiungere o impressioni che ti sono venuti alla mente dopo la pubblicazione della tua esperienza su “NDERF” puoi anche aggiungerli qui.

    Saluti
    Silvio

    Mi piace

    23 ottobre 2017 alle 08:46

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...