Annunci

^ The Future is Now ^

Archivio per 31 agosto 2017

Pc compatti, Alimentatori SFX 500 / 600 W

Una nuova gamma di alimentatori compatti della serie SFX è stata lanciata sul mercato; precisamente stiamo parlando degli alimentatori denominati SFX L Power in versione da 500 e 600 W. I due nuovi alimentatori di “Be Quiet” si fanno notare subito per accorgimenti tecnici di prim’ordine e potenze che raggiungo i valori dei più grandi alimentatori ATX.

La nuova serie può essere vista come un completamento di gamma della precedente SFX Power 2, la quale offriva due alimentatori uno da 300 e uno da 400 W, in questo caso però, i nuovi prodotti non punta soltanto a fornire più potenza, ma si arricchiscono anche per quanto riguarda sistema di raffreddamento e cablaggio.

La vecchia ventola da 80 mm lascia il posto ad una ventola da 120 mm, la quale occupa al millimetro l’intera base dell’alimentatore, offrendo meno rumore e soprattutto un maggior flusso d’aria per il raffreddamento dei componenti; l’altro aggiornamento riguarda l’adozione di un sistema di cavi 100% modulare, con, anche in questo caso, una faccia dell’alimentatore completamente sfruttata per il posizionamento dei numerosi connettori: ben 4 connettori PCI express 6+2 pin così da supportare anche configurazioni multi-GPU.

Entrambi gli alimentatori, nelle due diverse taglie, hanno una case che misura 130x125x64 mm, risultando adeguato ad essere montato in sistemi mini ITX o all’occorrenza anche nei classici ATX, grazie all’adozione dell’adattatore incluso; gli alimentatori della serie SFX L Power inoltre possono sfoggiare anche una certificazione Gold 80PLUS in quanto garantiscono un’efficienza fino al 92% e, grazie all’adozione di condensatori giapponesi, garantiscono anche un’ottima stabilità di tensione nonché una lunga durata.

Per quanto riguarda la disponibilità, sia il modello da 500 W sia quello da 600 W sono già acquistabili rispettivamente ai prezzi di 109 € e 129 €, entrambi coperti da una garanzia di 3 anni; per maggiori dettagli vi rimandiamo alla pagina del sito dedicata alla nuova serie SFX L Power.

Fonte: http://www.hwupgrade.it, articolo rivisto da Upgrade It.

Annunci

Pc DeskTop “Predator Orion 9000”

Può ospitare un processore con 18 core e 128GB di RAM: il nuovo Acer Predator Orion 9000 è il desktop che punta a diventare il nuovo oggetto del desiderio dei videogiocatori a livello mondiale. È stato presentato in questi giorni all’IFA di Berlino. Il nuovo desktop per il gioco Acer Predator Orion 9000 è un  “gigante” che nella sua configurazione di punta potrà ospitare un processore Intel Core i9 Extreme Edition con 18 core e 36 threads e fino a 4 schede grafiche AMD Radeon RX Vega o due grafiche NVIDIA GeForce GTX 1080Ti in SLI, oltre che permettere di installare fino a 128 GB di memoria DDR4 a quattro canali e 44TB di memoria di storage.

Illuminazione RGB personalizzabile a 16,7 milioni di colori, pannelli laterali trasparenti, ma nel contempo schermati contro le interferenze elettromagnetiche, un sistema di gestione del flusso d’aria studiato per raffreddare al meglio tutti i componenti interni: Acer Predator Orion 9000 punta a diventare l’oggetto del desiderio di tutti i gamer Pc a livello globale.


Fonte: http://www.hwupgrade.it, articolo rivisto da Upgrade It.


Windows Mixed Reality – Pc

Windows Holographic diventa Windows Mixed Reality, un’unica piattaforma che unisce tutte le tecnologie di realtà virtuale, aumentata e mista di Microsoft.

Microsoft ha annunciato nelle scorse ore al Game Developers Conference 2017 (GDC) di San Francisco che il supporto alla “mixed reality” arriverà, oltre che su Pc, anche su tutte le versioni di Xbox One, con i primi kit di sviluppo che verranno spediti entro la fine del mese. È invece passato un po’ in sordina il cambiamento del nome della piattaforma, che passa da Windows Holographic a Windows Mixed Reality. A riportarlo il sito MSPowerUser, che segnala una nota ufficiale diramata da Microsoft:

“Microsoft ha cambiato il nome da Windows Holographic a Windows Mixed Reality per essere più coerente con la più ampia visione della compagnia per la piattaforma. Stiamo unificando l’ecosistema della mixed reality intorno ad una singola piattaforma che rende possibili le esperienze e l’interoperabilità fra visori differenti”.

L’unificazione dell’ecosistema per la mixed reality descritta da Microsoft punta a creare un’unica piattaforma più ampia che avvicina tutte le diverse tecnologie di realtà virtuale, aumentata e mista proposte dalla compagnia. Come si legge sul sito ufficiale dedicato agli sviluppatori:

“La realtà mista mescola contenuti del mondo reale e del mondo virtuale in ambienti ibridi dove oggetti fisici e digitali coesistono e interagiscono fra di loro. Crea esperienze di mixed reality per una vasta gamma di dispositivi Windows 10, da quelle non connesse via cavo ed integrate come Hololens, ad esperienze su PC completamente immersive utilizzando i visori Windows Mixed Reality in arrivo”.

L’ecosistema permetterà sostanzialmente a Microsoft di ottimizzare il proprio impegno nel settore e snellire i lavori di marketing per un’ampia gamma di dispositivi che spaziano da semplici visori VR economici a proposte di realtà aumentata più complesse, come Hololens per l’appunto. L’unificazione delle piattaforme potrebbe inoltre consentire scenari d’utilizzo ancora più misti e complessi, il tutto sfruttando un unico ambiente di sviluppo coeso fra le varie soluzioni.

Fonte: http://www.hwupgrade.it, articolo rivisto da Upgrade It.