^ The Future is Now ^

La Dottoressa Penny Sartori e le sue ricerche sulle NDE

Penny-Sartori

L’infermiera Penny Sartori lavora da 17 anni nel reparto di terapia intensiva dell’ Ospedale Morriston a Swansea. All’inizio della sua carriera un episodio con un paziente morente ha completamente cambiato la sua vita. Dopo aver partecipato a un progetto di ricerca di cinque anni sulle esperienze di premorte, a Penny è stato assegnato un dottorato di ricerca ed è oggi è uno dei maggiori esperti del Regno Unito in materia di NDE.

Ecco la sua posizione dopo aver studiato da vicino e per 21 anni le esperienze di premorte(NDE):

“Abbiamo tutti sentito storie di pazienti che giacciono apparentemente senza vita su un letto d’ospedale mentre i medici lavorano freneticamente per riportarli in vita. Quando ritornano parlano di aver visto una luce bianca alla fine di un lungo tunnel. Possono spesso riferire di aver colloquiato con i propri cari defunti.
Mentre gli scettici possono respingere queste visioni come poco più che l’effetto dell’anestesia, questi racconti sono racconti di esperienze di premorte reali. Dopo più di 21 anni come infermiera, gli ultimi 17 in terapia intensiva, ho sentito innumerevoli storie simili.
Affascinata dalla NDE ho deciso di intraprendere il mio studio presso l’Ospedale Morriston a Swansea dove lavoro. Ho iniziato a documentare le NDE tanto che ad oggi la mia ricerca è la più grande del suo genere nel Regno Unito. Mi è stato assegnato il dottorato in NDE cinque anni fa presso l’Università del Galles.
In un primo momento avevo pensato che questo fenomeno potesse essere causato da allucinazioni ma dopo aver assistito a una esperienza di una parsona di 59 anni, che ho documentato, mi sono resa conto che queste esperienze non lo sono. La donna era stata ricoverata con asma grave e all’improvviso si sentì stranamente tranquilla.
Successivamente vide sotto di lei il suo corpo nel letto d’ospedale e notò una trappola per topi in cima alla credenza. Poi vide una luce brillante. Era attratta verso di essa e vide figure luminose accanto a lei.
Si sentiva incredibilmente tranquilla e viaggiò verso la luce, ma qualcuno le disse che doveva tornare. “Non ero sicura di chi fossero gli esseri, ma ho avuto la sensazione che li conoscevo” mi disse. “Sentivo come se fossero membri della mia famiglia”
Quando la donna si svegliò ha raccontato a un infermiere della sua esperienza. L’infermiere ha poi scoperto la trappola per topi in cima alla credenza.
Altre persone che ho intervistato per la mia ricerca hanno riferito di aver viaggiato attraverso un tunnel e incontrato i parenti defunti, alcuni hanno visto esseri spirituali o religiosi in piena luce, mentre altri hanno addirittura subito una revisione della vita in cui tutto quello che hanno fatto balenò davanti a loro. Tuttavia tutti i casi hanno in comune l’incredibile fatto di venirgli comunicato di non essere ancora venuto il loro tempo e rientrano mal volentieri nel loro corpo. La visione tradizionale medica è di considerare le NDE una conseguenza ai farmaci o una mancanza di ossigeno al cervello o allucinazioni. Tuttavia la mia ricerca ha scoperto che, in alcuni casi, i livelli di ossigeno sono normali durante una NDE e altri pazienti non sono stati trattati con trattamenti farmacologici ma nonostante questo hanno anche loro avuto una o più NDE.
Ho anche parlato con le persone che sono state registrate come clinicamente morte per un massimo di cinque minuti e che in questo lungo lasso di tempo hanno avuto una importante esperienza che possono ricordare.
Dopo 15 anni di ricerca, sono giunta alla conclusione che le NDE sono vere, esperienze spirituali che possono avere un effetto profondo.
Alcune persone cambiano il loro stile di vita e la carriera, mentre altre diventano meno materialiste. Queste persone dopo l’esperienza sono certe che la vita non finisce con la morte del corpo fisico. Ho anche scoperto persone il cui campo di energia sembra cambiare. Se si levano in piedi vicino a elettrodomestici, come bollitori, le attrezzature esplode o si guasta per nessun motivo apparente.
Recentemente una nuova ricerca ha dimostrato che il 66% delle persone nel Regno Unito ora crede nella vita dopo la morte, dal 47% per cento del 1955.
Non sono sorpresa per l’alto valore, perché ho il sospetto che molte persone hanno delle NDE, ma hanno paura di rivelare l’esperienza per paura di essere ridicolizzati.
Credo anche che l’attuale pensiero scientifico non è in grado di comprendere le NDE e che i confini della scienza rispetto a questo fenomeno devono essere rivisti.
Ma per quanto noi possiamo indagare, non saremo mai al 100% sicuri di cosa succede dopo la morte fino alla morte di noi stessi. Nel frattempo possiamo solo cercare di dare un senso agli scorci importanti riportati da altri.”

La Dottoressa Penny Sartori ha ancora interessanti documenti “da sottoporci”, rimanete sintonizzati…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...